I GESTORI

Il Gruppo Astrofili Deep Space di Lecco è stato fondato nell'ottobre 1996.  Ha ottenuto nel 2005 dal Comune di Lecco la gestione del planetario fino al 31 dicembre 2009.
I suoi obiettivi sono:

  • radunare gli appassionati di astronomia del territorio lecchese per permettere loro di migliorare le proprie conoscenze teoriche e pratiche e di condividere le proprie esperienze e competenze;
  • divulgare la conoscenza e lo studio del cielo alla popolazione, attraverso lezioni e incontri presso scuole, enti pubblici, associazioni o privati;
  • fornire aiuto e supporto a chiunque desideri avvicinarsi per la prima volta all'astronomia;
  • essere punto di riferimento per le istituzioni per quanto riguarda le iniziative riguardanti l'astronomia.

Tutti questi compiti hanno trovato nel planetario l'ideale coronamento.

Il gruppo conta una cinquantina di soci. E' presieduto fin dalla sua fondazione da Erasmo Bardelli. Vicepresidente, anch'egli fin dalla fondazione, è Loris Lazzati. 
  

 
Il Presidente del Gruppo - Erasmo Bardelli
 
Loris Lazzati

Il direttivo attuale, che resterà in carica fino al dicembre 2011, è composto anche dal tesoriere Alberto Pozzoli e dai consiglieri Sergio Migliarese, Tsingos Paulo, Marco Zambianchi, Gianpietro Ferrario.

 

Dal 1997, anno in cui cominciò l'attività divulgativa, fino al dicembre 2004, il sodalizio ha organizzato e tenuto oltre 200 tra conferenze, osservazioni pubbliche del cielo e mostre dedicate all'astronomia. Nei suoi ranghi rientrano appassionati di ogni età e preparazione. L'ingresso è infatti aperto a chiunque abbia la passione del cielo, anche se completamente digiuno di nozioni di astronomia. Anzi, l'appoggio dato ai neofiti risulta una delle più gratificanti e importanti attività.

Il riferimento per chi intende diventare socio è il presidente Erasmo Bardelli (tel. 0341.732931). Il gruppo Deep Space informa i cittadini delle sue iniziative attraverso il proprio bollettino periodico, in distribuzione nelle principali biblioteche, e il proprio sito Internet (http://www.deepspace.it).

Tra le iniziative più importanti organizzate dall'associazione ricordiamo la partecipazione alla campagna nazionale di osservazione della cometa Hale-Bopp al Pertus, il 5 aprile 1997, serata memorabile a cui parteciparono oltre 4mila persone, la conferenza sulle origini e il destino dell'Universo con Margherita Hack, Giovanni Caprara e Carlo Sini, tenutasi al cineteatro di Mandello davanti a oltre 800 spettatori, e l'incontro con l'astronauta Maurizio Cheli al cinema Jolly di Olginate, in collaborazione con gli organizzatori di Telethon. Il 30 maggio scorso il gruppo tenne le conferenze nella giornata d'inaugurazione del planetario.



 

 GLI ADDETTI DEL PLANETARIO  

 

 Image  

Il Planetario richiede un personale considerevole per essere gestito: fortunatamente, il gruppo Deep Space ha la fortuna di avere molti elementi disponibili e attivi.

Se facciamo eccezione per il sottoscritto, che è presidente, e per il Vice, Loris Lazzati, che per ovvie ragioni sono in prima fila nell’attività di gestione (Loris è il curatore del programma annuale delle conferenze e il coordinatore dell’attività didattica per le scuole),

il primo addetto con una notevole mole di lavoro è Alberto Pozzoli, il nostro tesoriere.

Socio dal 1998, è ragioniere, da poco in pensione.
Su di lui grava tutta la gestione economica del Planetario e la registrazione dei Soci tesserati.
Il profondo attaccamento alla calcolatrice e ai principi etici e professionali lo rendono insostituibile.
Da tempo astrofilo, si è avvicinato al gruppo frequentando i nostri corsi serali tenuti anni fa in diversi comuni del territorio, ed è diventato così socio permanente e un punto di riferimento per tutti.

 Image  

Il direttore Scientifico è Davide Donato: il lavoro e la Nasa ce l’hanno portato via.

E’ uno dei Soci fondatori, conosciuto nel lontano 1987, quando ancora il gruppo si chiamava "Gruppo astrofili Abbadia Lariana".

Il suo percorso di studio l’ha portato a laurearsi in Astrofisica e ad essere chiamato al Goddard Space Flight Center di Greenbelt, in Maryland. Appassionato d’astronomia sin dalla tenera età, il telescopio è stato per lui il più grande amore, lo strumento che lo ha condotto fino a un tempio della scienza mondiale.
Il titolo di Direttore Scientifico non poteva spettare che a lui.

 Image  

Poi passiamo ai consiglieri:

Sergio Migliarese, socio dal 1998, è un punto di riferimento per quanto riguarda la conduzione del gruppo, essendo un grande esperto di problematiche amministrative e associative.
Le regole della conduzione e i temi statutari sono il suo pane.
Astrofilo praticante, con il suo telescopio è promotore della costruzione dell’osservatorio ai Piani Resinelli.

 Image  

Marco Zambianchi, socio dal 2000, divulgatore e conferenziere, è il Web master del Sito Deep Space: grazie a lui, ci conoscono anche in Togo, forza d’Internet.
Tutti gli interessati trovano nel sito le informazioni necessarie per avvicinarsi a noi.
Un lavoro da certosino.
Per noi Marco è una pietra angolare. é anche l’ideatore del sito d’Astronautica e conferenziere di questa materia.

 Image  

Paulo Henrique Tsingos, socio dal 2001, divulgatore e conferenziere, è l’uomo delle stelle dell’emisfero australe.
Come lui, nessuno porta a spasso il pubblico fra le stelle australi.
Del resto, solo chi è cresciuto sotto quel cielo sa camminare nel "firmamento" a testa in giù.
Ottimo ed estroso costruttore di telescopi, li realizza da solo perchè preferisce averli come vuole lui.
Per lavoro è un giramondo, quindi se capita un’eclisse, non ci pensa due volte a raggiungere il luogo della totalità anche se a distanze notevoli.

 Image  

Gianpietro Ferrario, socio dal 2003, è il più giovane del direttivo.
Divulgatore e conferenziere al Planetario, è anche radioamatore: il suo apporto è di notevole interesse per le trasmissioni via etere delle immagini riprese dai telescopi, siano essi installati nel cortile del Planetario o sulle montagne circostanti, novità assoluta e importante nella previsione dell’osservatorio.
Lui e altri tre soci hanno portato una ventata di novità per le idee moderne tipiche dei giovani: i computer, nelle loro mani, sono di facile utilizzo, diventando strumenti importanti e prestigiosi anche nell’astronomia.

 Image  

Poi ci sono gli altri soci attivi:

Gianluca Norini, socio dal 1997, conferenziere, geologo e vulcanologo, ha un destino simile a quello di Davide Donato: il lavoro lo ha portato a insegnare all’Università di Queretaro, in Messico.
Memorabili le sue conferenze sui vulcani del Sistema Solare.
Spettacolari immagini accompagnano nella spiegazione al pubblico, che rimane incantato per la maestosità di questi eventi naturali.
Profondo conoscitore e praticante della fotografia astronomica, con il suo Schmidt -Cassegrain ha realizzato diverse immagini per il sito.

 Image  

Angelo Ripamonti, socio dal 1998, premiato con una targa ricordo per l’attività di conferenziere nel Planetario anno 2005, è astrofilo praticante e si dedica alla fotografia astronomica.
Molte e bellissime immagini nel sito sono sue, la presenza del suo telescopio durante le serate osservative è di rigore.
Anche la sua abilitè manuale è fondamentale per l’utilizzo delle apparecchiature meccaniche.

 Image  

Roberto Ratti, socio dal 1998, da anni pratica l’astronomia con il suo telescopio.
Il cielo lo attirava fin da giovane come una calamita.
Ora è lui che divulga l’astronomia, facendo il conferenziere nel planetario sia per il pubblico che per le scuole. Sempre presente alle serate osservative, è un abile divulgatore. Utilissimo il suo apporto nei lavori di riparazione del planetario.

 
 

Franco Molteni, socio dal 2001, ha trovato nelle conferenze il massimo appagamento alla sua passione.
Specie quando la cupola è piena di gente, non la smetterebbe più di dare spiegazioni scientifiche e raccontare aneddoti astronomici.
Ottimo conoscitore del cielo, è solito portarsi nelle zone scure con appresso un gruppetto di spettatori a cui elargisce, puntando il suo laser verde, indicazioni sulle costellazioni e altro.

 Image  

Paolo Lazzarini, socio dal 2002, è curatore della biblioteca: il suo interesse maggiore è la fotografia elettronica. Con l’amico Angelo passa diverse notti al telescopio a riprendere immagini entusiasmanti e sempre più difficili, tanto da arrivare spesso sino al sorgere del Sole.

La fatica è premiata, nel vedere questi oggetti del profondo cielo così ben ripresi, come se fossero lì ad aspettare solo questo.

Nel nostro sito è possibile ammirare i suoi capolavori con quelli di Angelo Ripamonti.

 Image  

Alessio Sangalli, socio dal 2003, è fra i giovani che si sono avvicinati di recente al Gruppo. Premiato con una targa ricordo per l’attività di conferenziere nel Planetario per l’anno 2005, è astrofilo praticante.
Molte e di notevole pregio sono le sue idee e realizzazioni al computer, per l’apporto di novità per il pubblico.
Anche lui è sempre presente alle serate osservative pubbliche con il suo telescopio.

 Image  

Gigi Fumi, socio dal 2003, per il suo titolo di studio è curatore del Planetario.
E’ tra i giovani di recente arrivo, sempre presente tra le persone attive che sanno fare di tutto.
E’ una presenza costante nelle uscite osservative pubbliche, dove pazienza e disponibilità sono d’obbligo.
Anche lui è un radioamatore e si distingue per la voglia di realizzare idee avveniristiche al servizio del pubblico.

 
 

Alessandro Corda, socio dal 2007, nuovo acquisto, ma da tempo praticante astrofilo, si è dimostrato in poco tempo pronto per fare il conferenziere nel planetario.

Appassionato di cultura classica, profonde questa competenza nelle proiezioni del Planetario, dando spunti molto particolari soprattutto in campo mitologico.

"Predatore" del Cielo, con il suo telescopio arriva spesso all’alba.

E’ un prezioso collaboratore nell’attività scolastica.

 
 
 CONFERENZIERI ESTERNI

Il gruppo Deep Space si avvarrà di prestigiosi conferenzieri esterni per arricchire la proposta culturale del Planetario. Questi verranno scelti tra personaggi di grande prestigio, di volta in volta.

Il punto centrale di questa strategia è la sinergia con l'osservatorio di Merate, che metterà a disposizione i suoi astronomi e i suoi ricercatori nell'ambito di una stretta collaborazione.

Ma ci sono molti altri contatti che il gruppo ha aperto da tempo grazie alle amicizie e alle collaborazioni strette in anni di attività.
Una proficua collaborazione con gli altri gruppi astrofili della penisola, ci consentirà di allargare decisamente la cerchia dei potenziali conferenzieri esterni.

Tra i relatori che il planetario avrà il piacere di ospitare citiamo Cesare Guaita, esperto di comete e ricerca di vita nel cosmo, presidente del Gruppo Astronomico Tradatese, autore di centinaia di articoli sulle più prestigiose riviste di settore.

 

A tutte queste persone va il mio ringraziamento: se il Planetario è funzionante è per merito Loro.

Un grazie anche a tutti i nostri Soci tesserati, che con la loro presenza tengono vivo e attivo il Gruppo Astrofili Deep Space Lecco.

Il presidente Erasmo Bardelli

   
   
   
   
   
   
   
   

 

 

Valid XHTML and CSS.