ECLISSE DI LUNA AL PLANETARIO
Scritto da Erasmo Bardelli   

L'ecisse di Luna di sabato 3 marzo 2007 al Planetario


Quando la Luna si nasconde, per il pubblico è spettacolo

 

Image 

Ci aspettavamo un’elevata affluenza, sì, ma più di seicento persone, non l’avrebbe potuto prevedere nemmeno Nostradamus.

Quella dell’eclissi di Luna di sabato 3 marzo 2007 è stata una serata entusiasmante per il gruppo Astrofili DEEP SPACE Lecco.

Entusiasmante ma anche velata da un pizzico di amarezza, perché forse non siamo riusciti ad accontentare tutta questa immensa fiumana di gente convenuta al Planetario.


La spettacolarità del fenomeno, l’ottima serata e l’orario comodissimo anche per i più giovani sono stati un cocktail formidabile di ingredienti vincenti: e questo ci ha preso un po’ impreparati, perché il personale a disposizione del pubblico non era sufficiente.

Eppure non eravamo in pochi: tanti soci, tanti telescopi, non parliamo poi delle ripetute miniconferenze nella cupola del planetario per introdurre il pubblico inesperto.
A un certo punto abbiamo dovuto interromperle, perché rischiavamo di non fare in tempo a vedere l’eclisse.


Nonostante tutto, la serata è cominciata bene e con l’arrivo del pubblico in largo anticipo, tanto che il posizionamento dei telescopi non era ancora stato completato.
Subito dal pubblico sono arrivate le prime domande, per capire quello che poi si sarebbe osservato.


In silenzio quasi da luogo sacro, la gente è affluita in modo esemplarmente corretto ma numeroso nel cortile, opportunamente tenuto al buio.
Subito si sono create le prime code per l’ingresso al Planetario per le miniconferenze, e ai telescopi per la visione della Luna.

Naturalmente le code più lunghe erano per gli strumenti più grossi: il nostro  Dobson “Beppo” da 300mm e il Salmoiraghi  da F/1700  D.130. mm del Comune appena ristrutturato dai soci del Gruppo.
Non mancavano altri telescopi più piccoli, ma ugualmente adatti per l’osservazione dell’eclisse.


Il pubblico si è divertito a visionarli tutti, traendone giudizi positivi anche per la gentilezza dei soci.
L’evento è stato poi trasmesso con una telecamera sullo schermo della sala conferenze, dove si poteva vedere ingrandito stando comodamente seduti in poltrona.


Purtroppo, non tutte le persone hanno potuto vedere soddisfatte le loro richieste, anche perchè a ogni persona il gruppo non può mettere a disposizione un socio. Ci sarebbero voluti tutti gli astrofili d’Italia.
Ci si propone di migliorare in occasione di futuri eventi di grande richiamo.

 

 

 

 

 

Notevole successo per il telescopio Salmoiraghi.

Il pubblico, pur di vedere dal suo oculare, non ha rinunciato alla lunga coda per la stupenda ed emozionante visione da questo antico strumento.

L’eclisse?  A dir poco fantastica, come il pubblico.

 

 

 

 

E poi il bellissimo e suggestivo Parco Belgiojoso, dove si trova il Planetario, è una cornice così perfetta da sembrare la creazione di un’abile artista.


Per noi, per ripagarci, tantissime lodi, parole di stima e ringraziamento da tutti i partecipanti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un'immagine della sequenza dell'eclissi di Luna
                

Erasmo  Bardelli 

 Image
 Image
 Image
 Image
 Image
 Image
 Image
  
  

 

 

Valid XHTML and CSS.

Questo sito utilizza i cookies. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o continuando a navigare nel sito si accetta implicitamente l’utilizzo degli stessi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information